7.Ago | 2023

h 18:00 | 

  • Stazione dell'Arte
    Ulassai

Il pastorello e la capretta

ALLIEVI SCUOLA PRIMARIA DI ULASSAI

Un pastorello aveva una capretta che per lui era tutto. Una mattina la sua piccola amica lo scortò per un sentiero, fino a una grotta che custodiva dei tesori. Una voce invisibile non faceva che ripetergli: “Scegliti l’oggetto che vuoi, scegli pastorello”.
E lui dopo tanto scelse una campanella e l’appese al collo della capretta.
Una semplice fiaba che, per Maria Lai, è metafora dell’arte e del percorso che l’artista deve compiere per rendere profonda la sua opera.
E proprio all’artista di Ulassai, a dieci anni dalla sua scomparsa, vogliamo dedicare questa storia che parla agli adulti e ai bambini di paura e dubbio, di amore e fiducia.

conduzione del laboratorioSilvestro Ziccardi e Lara Farci
testoSalvatore Cambosu, Maria Lai, Silvestro Ziccardi
suoni e musicheArrogalla
assistenza tecnicaEmiliano Biffi
in scenai bambini della scuola primaria di Ulassai

Potrebbe interessarti anche

Festival dei Tacchi

XXV Edizione