EDIZIONE 2005

6° Festival dei Tacchi

Il programma

6 Ago

6 Agosto 2005 ⋅ h 21:30

Piazza Mereu
Jerzu

Pòsidos

PIERPAOLO PILUDU / SU CUNCORDU ISCANESU - CADA DIE TEATRO

Pósidos, “tesori”, è frutto di una ricerca sulle modalità del raccontare degli anziani narratori e narratrici di Scano Montiferro, un paese della Sardegna centro occidentale. Le storie di Pósidos parlano di santi, di banditi, ci portano indietro in un tempo, neanche troppo lontano, quando era ancora frequente che i morti, sas animas, comparissero ai vivi, quando il Montiferru era un’unica grande foresta, prima che arrivassero le squadre...

6 Ago

6 Agosto 2005 ⋅ h 23:00

Piazza Mereu
Jerzu

Bestie Feroci

FABIO MARCEDDU / ANTONELLO MURGIA / (TEATRO DALLARMADIO)

Lo spettacolo è una "sinfonia-mosaico" in quattro movimenti-moduli, per due voci, una chitarra classica e un pianoforte in miniatura scritto da Fabio Marceddu e Antonello Murgia. Bestie Feroci Revolution racconta i nostri tempi col solo uso del patrimonio musicale che ci ha accompagnato in tanti decenni. Il gioco è quello di legare, cucire, tagliare, accostare strofe, ritornelli, sigle, per creare un discorso, per raccontare le contraddizioni...

8 Ago

8 Agosto 2005 ⋅ h 18:30

Bosco Sant'Antonio
Jerzu

Avvicinamenti

ROSSOLEVANTE

Perché chiunque rimanga lontano dalla sua Origine sempre ricerca il tempo in cui vi sarà riunito. Le anime sono discese sulla terra dalla Casa del Padre con una scala, che poi è stata ritirata. Ora di lassù si richiamano in patria le anime. Le une non si muovono dal posto; come si può andare in cielo senza scala? Le altre fanno un salto, ricadono, fanno un altro salto, ricadono di nuovo, e si danno per vinte. Ce ne sono però alcune che ...

Gli ospiti

Giancarlo Biffi

Cada Die Teatro

Faber Teater

Alessandro Mascia

Mauro Mou

Pierpaolo Piludu

Rital Brocante

Rossolevante

Su Cuncordu Iscanesu

Silvestro Ziccardi

I laboratori

In allestimento

Immersi nel Festival

Con l’obiettivo di radicare sempre di più le relazioni con luoghi e abitanti dei territori ospitanti, e di unire l’esperienza teatrale con un’immersione nella natura incontaminata dei Tacchi d’Ogliastra, gli spettatori potranno scegliere di partecipare al corso di yoga, alle escursioni e alle visite guidate nel territorio.

I luoghi del Festival

Il Festival dei Tacchi si svolge negli affascinanti panorami dei Tacchi d’Ogliastra, tra i comuni di Jerzu e Ulassai, in dieci differenti spazi scenici. In questo spazio, nell’unione tra l’arte della narrazione e la scoperta di luoghi, profumi e colori di un territorio prezioso e autentico, si sviluppano radici salde per la tutela di un territorio da vivere  e da preservare in tutta la sua bellezza.

Storie dai Tacchi