EDIZIONE 2009

10° Festival dei Tacchi

a Jerzu, Gairo, Osini e Ulassai dal 5 al 10 Agosto 2009

Il programma

2 Ago

2 Agosto 2008 ⋅ h 21:30

No results found.

Sex Machine

GIULIANA MUSSO / TEATRO CLUB UDINE

Le prostitute si possono chiamare in molti modi: meretrici, fallofore, puttane, cocottes, passeggiatrici, belle di notte, lucciole, troie, sex-workers, donnacce, donne facili, donnine leggere... I clienti si chiamano clienti. Un'attrice ed un musicista in scena danno voce ed anima a sei personaggi che, visti in sequenza, formano un quadro di contemporanea umanità multiforme e complicata. Sono quattro uomini e due donne: Dino, pensionato; ...

5 Ago

5 Agosto 2009 ⋅ h 17:30

Museo etnografico
Jerzu

SORELLA VIGILANTE

CADA DIE TEATRO

Progetto Migranti: SORELLA VIGILANTE...

5 Ago

5 Agosto 2009 ⋅ h 20:00

Museo etnografico
Jerzu

SORELLA VIGILANTE

CADA DIE TEATRO

Progetto Migranti: SORELLA VIGILANTE...

Gli ospiti

Alessandro Berti

Giancarlo Biffi

Bocheteatro

Cada Die Teatro

Celso e Frana

Pippo Delbono

Antonello Dose

Paolo Fresu

Alessandro Mascia

Mauro Mou

Pierpaolo Piludu

Rossolevante

Renato Sarti

Massimo Somaglino

Teatro Club Udine

Silvestro Ziccardi

I laboratori

Archivio in allestimento

Immersi nel Festival

Con l’obiettivo di radicare sempre di più le relazioni con luoghi e abitanti dei territori ospitanti, e di unire l’esperienza teatrale con un’immersione nella natura incontaminata dei Tacchi d’Ogliastra, gli spettatori potranno scegliere di partecipare al corso di yoga, alle escursioni e alle visite guidate nel territorio.

In collaborazione con Forestas, ci sarà la tradizionale giornata di “Puliamo il bosco” e la “Caccia al tesoro” immersi nella vegetazione del bosco di Sant’Antonio a Jerzu.

I luoghi del Festival

Il Festival dei Tacchi si svolge negli affascinanti panorami dei Tacchi d’Ogliastra, tra i comuni di Jerzu e Ulassai, in dieci differenti spazi scenici. In questo spazio, nell’unione tra l’arte della narrazione e la scoperta di luoghi, profumi e colori di un territorio prezioso e autentico, si sviluppano radici salde per la tutela di un territorio da vivere  e da preservare in tutta la sua bellezza.

Storie dai Tacchi