Accademia Amiata Mutamenti

Fondata da Giorgio Zorcù e Sara Donzelli nel 2005, Accademia Mutamenti è una compagnia teatrale che si trova a Grosseto. Produce spettacoli per adulti e per ragazzi ed è riconosciuta e sostenuta dalla Regione Toscana per la qualità della produzione teatrale.

I due artisti hanno fatto confluire nella compagnia le loro precedenti esperienze: quella di direttore artistico, regista e produttore di Zorcù, e quella di attrice e pedagoga di Donzelli. Per le proprie produzioni, la compagnia si avvale di volta in volta di uno staff composto da grandi professionisti: attori, drammaturghi, musicisti e light-designer provenienti da tutta Italia.

Le caratteristiche centrali del linguaggio teatrale di Accademia Mutamenti sono la qualità del lavoro dell’attore e la visionarietà della scena, mentre i temi affrontati sono legati soprattutto alla dialettica maschile-femminile, affrontata col doppio sguardo della contemporaneità e del mito, della fiaba e della tragedia.

Ma la compagnia teatrale mantiene anche una forte vocazione al lavoro sociale e culturale, in particolar modo legato all’area di Grosseto e provincia, dove porta avanti una serie di progetti che intendono arricchire l’offerta culturale esistente, ideare nuove forme di partecipazione e relazione col pubblico, creare contesti creativi innovativi per gli artisti, donando nuovo appeal al territorio stesso.

Tra gli ultimi progetti avviati figurano: il campus transdisciplinare di Arte nella Natura Dune – Arte Paesaggi Utopie nel Parco Regionale della Maremma; il San Rocco Festival (rassegna di teatro, musica e danza) che ha visto la luce nell’estate del 2020 per dare una risposta nuova al bisogno di comunità, dopo il primo lockdown per la pandemia da Covid-19; il progetto I gesti dello Sport – Percorsi creativi aperti a cittadini, diretto da Virgilio Sieni, che ha debuttato all’interno del San Rocco Festival autunnale 2022 e infine il progetto Officina Teatro / Letteratura, formalizzato da un protocollo d’intesa che quattro compagnie teatrali toscane (Accademia Mutamenti, Arca Azzurra, Compagnia Lombardi Tiezzi, I Sacchi di Sabbia) e la Scuola Normale Superiore, con l’obiettivo di valorizzare e promuovere la divulgazione di grandi opere letterarie attraverso una collaborazione virtuosa fra approfondimento scientifico e performance; il concorso nazionale di scrittura teatrale per le scuole Scrivere il Teatro, promosso da MIUR e ITI Italia dal 2016.

La compagnia teatrale è socio fondatore del centro italiano dell’ ITI – International Theatre Institute / UNESCO, membro del comitato di coordinamento delle Compagnie indipendenti della Toscana.

Sul fronte della produzione, gli spettacoli più importanti creati negli ultimi anni sono: La Regina dei banditi di Federico Bertozzi (Bassano del Grappa 2006), La camera di sangue di Angela Carter (Grosseto 2008), Socialismo a passo di valzer di Giuseppe Di Leva (Torino 2011), La stanza del tramonto – Appunti sulla vita ordinaria di un mammifero di Lina Prosa (Bologna 2016), Circe / Fango di Margaret Atwood (Vetulonia 2014), Kkore – Canto per le accorate che hanno un cuore di Lina Prosa (Follonica 2018), Nives di Sacha Naspini (Follonica 2022), il videomapping poetico Il conte di Montecristo di Giorgio Zorcù da Alexandre Dumas (Marina di Grosseto 2022), il ciclo annuale di reading-performance La Lettrice, a Castiglione della Pescaia dal 2016,.

Tra le produzioni per il teatro ragazzi figurano: Fiabe italiane (Arcidosso 2005), Il segreto di Shahrazàd (Siena 2006), Il mondo dei Grimm (Bibbien, 2013).

www.accademiamutamenti.it

foto: sito internet

  • 2011

Nessun evento in programma

Eventi in programma

No results found.

Eventi in archivio

6 Ago

6 Agosto 2011 ⋅ h 17:00

Marosini
Ulassai

Lezione di Dante

ACCADEMIA AMIATA MUTAMENTI

Canto V dell’Inferno e il Canto XXXIII del Paradiso della Divina Commedia...

5 Ago

5 Agosto 2011 ⋅ h 21:30

Stazione dell'Arte
Ulassai

La regina dei banditi

ACCADEMIA AMIATA MUTAMENTI

Phoolan Devi, la Regina dei banditi, è una figura leggendaria e controversa dell’India contemporanea, anche se pressoché sconosciuta al pubblico europeo. La sua vicenda esemplare di donna guerriera, costretta suo malgrado alle armi, ci offre lo spunto per affrontare il tema del potere della ribellione e della violenza; e qui soprattutto, trattandosi di una donna, risalta l’aspetto della violenza sessuale, e l’azione di Phoolan come voce ...

Festival dei Tacchi

XXV Edizione